Articoli Pubblicati - kayla Nymphea official site

Vai ai contenuti

Menu principale:

Articoli Pubblicati



....................PUBBLICAZIONI IN AGGIORNAMENTO....................

- ARTICOLO per  "IL SUD ON LINE" Magazine
Giovedì 16 Marzo 2017
- ARTICOLO per “A TUTTO FASCINO”
Venerdì 16 Settembre 2016


Angelo e diavolo, fata e strega: Francesca – in arte Kayla – è proprio così. Dolcissima, ma se la fai arrabbiare non perdona. Fredda e sensuale, ma dal cuore ferito e buono. “Sono due aspetti di me – conferma lei – che vengono fuori anche nella fotografia. Poi comunque mi piace interpretare lo scatto a seconda di ciò che mi viene chiesto”. Confessa di aver sofferto molto per amore e il suo motto è: non avere rimpianti! Ama molto la natura e per questo ha aggiunto al suo nick “Nymphea”.
Che fai nella vita?
“Faccio la fotomodella, ma anche la hostess e la ragazza immagine. Ho scoperto il mondo della fotografia e anche della psicologia, in uno studio di coaching a Padova, e sto finendo un corso per la gestione delle risorse umane”.  
Ti interessano molto le persone?
“Mi sono sempre interessate, ho una sensibilità particolare. Riesco a percepire le persone e ciò che mi circonda. Mi ha sempre affascinato cercare di capire e anche aiutare gli altri”.
Lo fai più per te stessa o per gli altri?
“Un po’ mi dà piacere dare aiuto, ma anche per curiosità. Comunque mai farmi arrabbiare, se no esce l’altro mio lato”.  
Da strega?
“È come se avessi un po’ due anime, che sento entrambe, ma nessuna delle due è cattiva: una è dolce e gentile, disposta ad aiutare gli altri, ma mai farle un torto! L’altra è più misteriosa, sensuale, riflessiva, più fredda, ma in realtà è una forma di protezione. Anche dalle foto si nota, alcune sono un po’ in contraddizione”.
Le tue qualità fisiche migliori?
“Ho i tratti un po’ particolari, spesso non riescono a capire bene di dove sono: occhi chiari, carnagione scura, capelli lunghi e scuri. Mi chiedono sempre se sono straniera. E poi penso lo sguardo”.
Di dove sei invece?
“Origini calabresi. Ma anche in Calabria mi chiedono se sono straniera”.
Che caratteristiche particolari hai?
“Mi piace tantissimo interpretare le foto, lo faccio veramente con passione. Nel momento in cui devo interpretare una foto do il meglio di me, cerco di calarmi in cosa si vuole da me. Mi piace anche guardare le immagini, ne ho osservate tante e questo aiuta anche a riprodurle. Mi calo totalmente nel mondo che devo rappresentare”.
Reciti anche?
“No, ho fatto un corso ma non è la strada che ho seguito”.  
Cos’è il fascino?
“Il fascino è una cosa innata, è il dire e non dire, lasciare qualcosa di sospeso, che magari sai di avere, però è come se avessi un segreto che conosci solo tu… Se mi guardi negli occhi con una domanda, te ne nasce un'altra e io non ti do la risposta. È qualcosa di magico”.  
Tu ti consideri affascinante?
“Sì”.
Senza false modestie…
“Sono abbastanza modesta in genere, ma in questo caso sono sincera. Il fascino è magnetismo, non solo bellezza. È quando ti senti attratto da qualcosa ma non sai perché”.
Che hobby hai?
“Mi piace ballare, sono una ballerina di salsa, e mi piace tantissimo la musica. Amo anche guardare le foto, è una passione forte. In generale mi piace anche fotografare e scrivere”.  
Cosa scrivi?
“I miei pensieri, non ho ancora scritto nulla di particolare: riflessioni o anche il resoconto della giornata, dei sentimenti che provo”.
Paura di perdere la tua bellezza?
“Guardo mia mamma, lei mi ha sempre insegnato che ogni età ha una bellezza diversa, mentre il fascino credo non si perda mai”.  
Sei religiosa?
“Credo in Dio, ma non sono praticante. Credo ci sia qualcosa di superiore”.  
Il tuo sogno?
“Sentirmi realizzata e fare qualcosa che mi rende felice, di cui sono soddisfatta, e poterla condividere con chi amo: questo è il massimo per me. ”
Quali sono gli elementi di seduzione di una donna?
“Lo sguardo e gli occhi, per prima cosa. Poi sicuramente avere un bel corpo, il mistero, il fascino, l’eleganza, la raffinatezza e anche la dolcezza, che non guasta mai”.
A te piace piacere?
“Nessuno farebbe foto se non volesse piacere ma mi piace essere apprezzata per l’interpretazione che do mentre poso, più che per altro”.
Generi che non fai?
“Il nudo. Ho fatto e faccio ancora il glamour, sono disponibile ma è un genere che trovo poco stimolante, lo trovo facile. Se so che una foto piace anche se non sono necessariamente spogliata per me è una soddisfazione maggiore”.
Perché il nudo no?
“Non critico chi lo fa, per me ci sono nudi e nudi, alcuni sono molto raffinati e eleganti. Semplicemente non fa per me, ho scelto di non farlo. Ovviamente mai dire mai, ma per ora ho scelto di no”.
Un tuo difetto?
“La sensibilità a volte eccessiva: do troppo peso agli altri”.  
Cosa che ti dà fastidio?
“Quando utilizzano le parole senza pesarle. Oppure il giudizio altrui e le critiche tanto per dire. Perché ho una mente molto aperta, non giudico, mi faccio gli affari miei e vivo la mia vita”.
Fisicamente se dovesse cambiare qualcosa di te?
“Penso niente”.  
Cosa pensi del sesso?
“È importante, fondamentale, qualcosa da condividere con la persona che amo. Io esprimo il massimo della passionalità quando si crea la giusta intesa”.
© Kayla Nymphea model
Torna ai contenuti | Torna al menu